fbpx

Attrazioni sulla Route 66: il Big Texan Steak Ranch

Bistecca da 72oz (72 once – due chili), patata bollita, cocktail di gamberetti, insalata, burro e birra… la sfida del Big Texan Steak Ranch è da Guinness dei Primati, tanto da possedere una sua “Hall of Fame”. Siamo sulla Route 66 ad Amarillo (Texas) e il Big Texan Steak Ranch è un’americanissima e divertente attrazione che saluta i passanti con una mucca gigante dallo sguardo sbigottito. 

Ristorante/megastore/saloon dove vige un’ardua competizione: riuscire a mangiare una succulenta bistecca da due chili (più contorni) in sessanta minuti. Il premio? Bistecca gratis e inserimento nel libro dei record del saloon. La penitenza per chi fallisce nell’intento: pagare per intero il trancio di carne. 72 once che valgono ben 72 dollari. 

Sapete bene che quando ci troviamo su suolo americano, accanto a splendidi parchi naturali e itinerari classici, amiamo includere tutte le invenzioni e diavolerie possibili che riusciamo a trovare lungo la strada. Il Big Texan Steak Ranch non poteva sfuggirci. Ultimo baluardo di moderni cowboy dove troverete un gift shop (acquistate le felpe, la qualità è ottima!) e persino un tiro a segno dove sedersi su selle da cowboy per abbattere mostri e zombie. Non scherzo. C’è davvero.

La gara della bistecca è ovviamente organizzata di tutto punto: palco d’onore dove vengono posizionati concorrenti e tavola imbandita, un presentatore dall’accento inconfondibile e un tifo… oltremodo indifferente. Nel tempo della cena erano tutti impegnati a gustare le ottime pietanze!

Se leggete gli ingredienti (bistecca da due chili, patata lessa, cocktail di gamberetti, burro e birra) sarà facile dedurre che è impossibile riuscire a vincere la gara… impossibile per qualsiasi persona che possieda uno stomaco e una digestione regolare perlomeno. C’è chi ce l’ha fatta. Centinaia di persone a dir la verità, anche se mi domando ancora come diavolo ci siano riusciti.

Se ve lo state chiedendo no, non abbiamo partecipato. Ci teniamo alla salute e l’idea di una lavanda gastrica d’urgenza non era allettante. 

Ci siamo quindi seduti tra le tavolate di “tifosi” di fronte a un piatto di croccante pollo fritto, una bistecca più piccola da goderci in tutta calma e bandierine texane in miniatura. 

Il giorno dopo abbiamo visitato il Cadillac Ranch situato nelle vicinanze e abbiamo proseguito il viaggio verso il Grand Canyon e un altro tratto storico della Route 66. Se vi va leggete i racconti e, se mai parteciperete alla gara della bistecca… buon appetito! Ne servirà tanto! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *