fbpx

Cosa vedere a Copenhagen, la capitale danese!

Nel corso del nostro viaggio in Danimarca ci siamo fermati nella città di Copenhagen per visitare le sue attrazioni e completare la nostra full immersion nella cultura e nella storia danese. Copenhagen ha molteplici sfaccettature ed è adatta sia ai giovani con i suoi mille negozi e locali notturni, sia alle famiglie grazie ad Hans Christian Andersen, un personaggio-simbolo del territorio che con le sue fiabe ha conquistato la Danimarca e il mondo intero. Ma procediamo con calma. Come prima tappa nella capitale danese suggerisco la visita al Castello Reale di Amalienborg,  residenza ufficiale della regina Margrethe II. E’ composto da quattro palazzi identici, disposti attorno ad un cortile. Ogni giorno alle 12.00 avviene il cambio della guardia e la presenza della regina è segnalata da una bandiera danese e da un rullo di tamburi a conclusione della cerimonia del cambio. 

Image by Mitch66 (trekearth.com)

Poco più a nord di Amalienborg Slot si trova la fontana di Gefion, divenuta famosa perchè rievoca il mito della creazione della Selandia (l’isola dove si trova Copenhagen). La leggenda narra che Gefjun, dea della mitologia scandinava, avesse intrattenuto il re di Svezia Gylfi e questi, per ricompensarla, le avrebbe donato tanta terra quanta quella che sarebbe riuscita ad arare con quattro buoi in un giorno. La dea trasformò i suoi quattro figli in buoi e fu così che nacque l’isola di Copenhagen (in danese Sjaelland). 

Fontana di Gefion


Vicino alla fontana di Gefion troverete il simbolo della città: la statua della Sirenetta! Non tutti sanno che la Sirenetta venne in realtà commissionata nel 1913 da Carl Jacobsen, figlio del patron della Carlsberg. Colpito dalla trasposizione in chiave danzante della storia fra la bella sirena e il principe terrestre chiese allo scultore Edward Erksen di scolpirla per la sua abitazione e in un successivo momento decise di donarla direttamente alla città. Come musa ispiratrice venne scelta per l’appunto una ballerina ma al rifiuto di quest’ultima lo scultore decise di far posare sua moglie. La statua oggi è adagiata su uno scoglio poco distante dalla scalinata. Questo a causa di numerosi atti vandalici che si sono susseguiti nel corso del tempo. La statua è stata, nell’ordine, dipinta di rosso nel 1961, decapitata nel 1964, le hanno amputato un braccio nel 1984 e nel 2003 è stata perfino staccata dalla roccia grazie ad una carica esplosiva! Speriamo che d’ora in avanti venga lasciata in pace! 

danimarca in auto cosa vedere


Rimanendo nei dintorni visitate il quartiere di Nyhavn immergendovi fra i suoi canali e le case colorate! Arrivate poi alla via principale di Copenhagen, lo Stroget, e datevi alla pazza gioia visto che è la via dello shopping più lunga d’Europa! Se volete visitare qualcosa di insolito entrate nel Guinness World Record Museum, il Museo del Guinness dei primati situato in pieno centro oppure visitate il Museo Nazionale per conoscere meglio la storia della Danimarca. 

viaggi in auto più belli in europa
danimarca in auto cosa vedere

Se la storia della Sirenetta vi ha colpito e amate la birra rendete omaggio al mecenate della Carsberg visitando la sua fabbrica! All’interno troverete un percorso itinerante dove verranno mostrate le varie fasi di produzione della birra, le cantine di deposito e le antiche carrozze utilizzate per le consegne. Potete entrare sia individualmente sia affidandovi ad una guida che vi farà conoscere l’importanza della Carlsberg per la città di Copenhagen, la cultura della birra in Danimarca e molto altro. Esistono diversi percorsi guidati, scegliete il vostro preferito e buona visita! Vi consigliamo però di lasciare la fabbrica della Carlsberg come ultima tappa perchè la birreria è lontana dal centro e fra andata e ritorno rischiereste di perdere un pomeriggio intero. Per raggiungerla potete  utilizzare i mezzi pubblici (bus n°18 o 26 in direzione Valby).

danimarca in auto cosa vedere

Se avete ancora tempo due mete che non siamo riusciti a visitare sono il castello di Rosenborg e Kastellet. Nel castello di Rosenborg sono custoditi quadri e armature appartenuti alla famiglia reale e i gioielli della corona. Kastellet invece è un’antica fortezza a forma di stella poco distante dalla statua della Sirenetta, ideale per una passeggiata al tramonto. Oggi ospita gli uffici amministrativi del Dipartimento della Difesa e alcune zone ad uso militare sono interdette ai civili. 

Castello di Rosenborg - Image by Jens Stolt

Kastellet - Image by H. C. Steensen

Infine se viaggiate con bambini e volete entrare in un enorme paese dei balocchi recatevi ai Giardini di Tivoli: all’interno montagne russe, un salone concerti, un teatro e ben 30 ristoranti, uno diverso dall’altro! Fra i tanti un ristorante a forma di pagoda, (che lo dico a fare.. specializzato in cucina cinese!) e un ristorante galleggiante ricavato da un enorme nave, la III Fregata San Giorgio. 

Giardini di Tivoli

Qui troverete una mappa con tutti i luoghi di cui vi ho parlato nel post! Spero di esservi stata utile, a presto!
Elena

Potrebbe interessarvi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *