fbpx

Cosa vedere a Treviso: storia, cibo e arte in una città delle fiabe!

Nel periodo che precede il Natale mi piace dedicare un fine settimana agli amici lontani. E’ un modo per rivedersi e augurarsi buone feste in un modo più caloroso di un semplice messaggio su cellulare. Io e Nico ci eravamo già recati nella città di Treviso ma l’avevamo appena intravista prima di partire alla volta di Venezia e della Valdobbiadene. La città si sviluppa intorno a numerosi corsi d’acqua, il principale dei quali è chiamato Botteniga e si dirama fra vie e piazze creando passaggi, ponti e angoli romantici. In certi momenti sembra davvero di trovarsi nella città del Ponte di Rialto! 

La città è uno specchio, pulita e in ordine e alcune calli sembrano uscite dal pennello di un pittore o dalle illustrazioni di un libro di fiabe. Passeggiando per le prime vie del centro noterete che in alcune abitazioni sono conservati persino i mulini, utilizzati in passato per la produzione del grano ottenuta sfruttando l’energia dell’acqua. Il centro storico di Treviso è racchiuso da una cinta muraria risalente all’epoca romana e in uno degli angoli più caratteristici della città (via della Pescheria) troverete ad attendervi la statua della Sirenetta, dono dello scultore Luigi Simionato. Accanto alla statua, la Pescheria di Treviso che giace su un isolotto al quale si accede da un ponte. Ve l’avevo detto che sembra di essere in una città incantata, no? 

Isola della Pescheria
Pescheria di Treviso: Immagine da comune.treviso.it
 

Cos’altro vedere a Treviso? Se siete amanti delle mostre d’arte sostate alla vicina Ca’ dei Carraresi: in passato adibita ad ostello per viaggiatori, è oggi sede di importanti mostre temporanee. In questo periodo ad esempio è in programma una prestigiosa esposizione di reperti del XIV secolo usciti per la prima volta dal Tibet e dalla Cina. Per gli interessati la mostra si intitola: Tibet -Tesori dal Tetto del Mondo [attenzione: mostra terminata]. 

Tornando alla visita della città, segnalo un indirizzo da intenditori per la pausa pranzo: Muscoli’s , in via della Pescheria. Ideale per un aperitivo o un pranzo veloce, lontano da schiamazzi e locali all’ultima moda. 

Le vie e i portici che si snodano all’interno di Treviso vi condurranno alla Piazza dei Signori, sede del Palazzo del Podestà e della Torre Civica, sede della Prefettura e del Palazzo dei Trecento chiamato così perché in passato era la sede del Maggior Consiglio, la suprema assise composta appunto da trecento membri. Sulle sue mura sono ancora visibili i danni inflitti dai bombardamenti del 1944. Anziché demolire e ricostruire l’edificio si è pensato di ricostruire le pareti crollate mettendo in risalto con una fila di mattoni le porzioni di pareti rimaste intatte. Accanto a Piazza dei Signori troverete inoltre Calmaggiore, la via dello shopping. 

In una piccola via che collega Calmaggiore alla Piazzetta della Torre troverete una fontana molto particolare… la fontana delle tette! Divertitevi nel leggere la sua storia!

cosa vedere a Treviso


L’aria di dicembre e le passeggiate mettono sempre appetito, quindi suggerisco di sostare nell’osteria più conosciuta di Treviso: dalla Gigia! Specialità della casa sono le mozzarelle in carrozza con ripieno di acciughe o prosciutto da gustare con l’aperitivo veneto per eccellenza: lo Spritz! Provato e garantito! 

cosa vedere a Treviso
Immagine da: 2spaghi.it 

Un’altra specialità di Treviso è il baccalà mantecato: portatene un assaggio a casa facendovi consigliare alla Bottega del Baccalà situata in Via San Parisio. Infine non potete andarvene senza aver assaggiato il risotto al radicchio trevigiano. Gli amici ci hanno viziato cucinandolo a casa ma lo troverete dappertutto, ed è una vera delizia! 



Tutti i Commenti

  • Che bella Treviso! Grazie

    Andy 19 Dicembre 2012 21:27 Rispondi
  • Grazie a te Andy! We hope to inspire people to visit Italy in every single place and region! Let me know if you see some English mistakes haha! Welcome on our blog!

    Viaggiare Oltre 19 Dicembre 2012 22:15 Rispondi
  • eh io a treviso sono di casa. la classica città di provincia a misura d'uomo con la sola differenza che qui si sta bene anche economicamente… classico il giro della domenica pomeriggio a fare le "vasche" in piazza dei signori e poi lo spritz prima della pizza. un rito che non passa mai!

    Andrea Pizzato 19 Dicembre 2012 23:37 Rispondi
  • Si, è veramente una città incantevole e ben curata! E la Gigia ci ha conquistato! La mozzarella calda in carrozza è una pausa azzeccatissima nelle giornate fredde!

    Viaggiare Oltre 20 Dicembre 2012 11:33 Rispondi
  • ah, la gigia!!!
    mi fa piacere che vi siate trovati bene a treviso e nel trevigiano 🙂

    silviabes 29 Marzo 2013 19:35 Rispondi
  • Eh si, ci siamo trovati benissimo! Speriamo di tornare presto :)!

    Viaggiare Oltre 29 Marzo 2013 20:11 Rispondi
  • Che un articolo incredibile, le immagini sono davvero mozzafiato !

    treviso hotel 24 Marzo 2014 15:31 Rispondi
  • Grazie per i complimenti e benvenuti su Viaggiare Oltre 🙂 !!

    Viaggiare Oltre 26 Marzo 2014 12:32 Rispondi
  • Ciao Elena 🙂 Come sempre foto stupende e un post che fa venire voglia di partire subito! ^_^ Non conosco Treviso, ho anche una cara amica che abita lì nei pressi ma non ci sono mai stata! Che buono il risotto al radicchio trevigiano! Un abbraccio grande e complimenti <3 buona serata! :**

    Valentina 12 Novembre 2015 14:59 Rispondi
  • Grazie mille Valentina, Treviso è una città magica e anche per me è stata una nuova scoperta! Ormai la consiglio a chiunque, haha! Grazie per essere passata!

    Viaggiare Oltre 13 Novembre 2015 17:09 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *