fbpx

Dormire lowcost negli USA: la soluzione c’è e non è un motel!

Dormire lowcost negli USA
 
Chi l’ha detto che per dormire negli USA non si possa spendere meno di  50 euro a notte? Chi l’ha detto che per dormire lowcost nel corso di un viaggio coast to coast negli States si debba per forza ripiegare verso pessimi hotel o ostelli con camere condivise? La soluzione c’è ed è a portata di mano, anzi.. di macchina! Ha un costo di 35 euro a notte (in totale, per due!) e si chiama Koa Kampgrounds.


La catena di campeggi Koa (Kampgrounds of America) nasce nel lontano 1962 e ad oggi conta oltre 470 strutture dislocate nelle vicinanze delle maggiori città americane e in prossimità dei parchi naturali. All’interno dei campeggi si può dormire in camper, in tenda o affittare delle mini abitazioni chiamate Cabins o Deluxe Cabins fornite di tutti i servizi.  

Dormire lowcost negli USA
I Koa li abbiamo testati nel corso del nostro viaggio di nozze coast to coast soggiornando in 5 strutture localizzate in 5 stati diversi (Maryland, Kentucky, Mississippi, Colorado, California), quindi riponete la massima fiducia in questo post!
Dormire lowcost negli USA
Avendo un minivan a disposizione, abbiamo dormito nel letto matrimoniale del veicolo e usufruito dei bagni pubblici nel campeggio. I bagni dei Koa Campground li ho trovati molto più puliti di tante camere d’albergo con bagno privato. Nonostante la gran quantità di camperisti presenti, non ho trovato un capello o un rifiuto per terra. Mi sono fatta tranquillamente la doccia, asciugata i capelli, lavata i denti e truccata! Ogni doccia è chiusa e separata dalle altre da un antibagno privato (chiudibile a chiave) con sgabello e appendini. Lavandini, specchi e prese elettriche sono condivisi nella parte comune quindi non ingombrare e ripulire gli spazi condivisi con altri viaggiatori è segno di una minima educazione.
Dormire lowcost negli USA
I campeggi sono videosorvegliati, giorno e notte. Non correte alcun rischio nel dormire all’interno di un veicolo. Il wi-fi è libero e compreso nel prezzo.  Ogni macchina ha un posto privato deciso in fase di prenotazione o in loco. Una piccola piazzoladotata di tavolino, acqua corrente, barbecue e allaccio per ricaricare la batteria del veicolo. All’interno dei campeggi sono solitamente presenti l’area di deposito delle acque scure, la lavanderia, un piccolo supermercato e dei grandi lavabi comuni per la pulizia delle stoviglie. A proposito… nel caso decideste di trascorrere una notte in un KOA concedetevi una serata “tutta americana”! Passate da un supermercato qualsiasi come quelli della catena Safeway e comprate carbonella, bistecca di angus e verdure da cucinare sul fuoco, un buon vino bianco californiano e i famosissimi marshmallows. Volendo potreste fare la spesa direttamente in campeggio ma i prezzi sono più alti e non è detto che siano forniti di tutti gli ingredienti. Arrostire i marshmallows è un affare abbastanza semplice, basta infilzarli in uno spiedino, avvicinarli al fuoco e aspettare che diventino paffuti e dorati. Mangiati da soli possono risultare stucchevoli; gli americani in genere, dopo averli scottati, li infilano fra due biscotti al cioccolato.. tanto per aumentare ulteriormente le calorie ingerite! Ma che vi frega… sperimentate e ricordatevi che siete in America dove la parola “salutare” è solo un lontano miraggio.
 
Parlando di esperienze “all’American Way” vi facciamo una confessione…
 
Per il nostro viaggio coast to coast negli Usa avevamo dei desideri reconditi…  un po’ strani a dir la verità. Ne è scaturita un’ironica lista composta da una serie di escursioni ed esperienze “alternative”. Sono più o meno esperienze-specchio della cultura e dello stile di vita americano, cose che i turisti (in genere) non provano. La prima era “ Dormire in campeggio, accendere un fuoco e organizzare una cena a base di bistecche e marshmallows”. Fatto. Divertitevi a seguire le altre nove…

Tutti i Commenti

  • o noooooo che figata …anche io vorrei tropo provare i marshmellow!

    roberta 8 Agosto 2015 17:16 Rispondi
  • Ricordati i biscotti al cioccolato 😉 !

    Viaggiare Oltre 3 Settembre 2015 11:27 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *