fbpx

Livorno in bicicletta: cosa vedere dal Porto al lungomare

cosa vedere a livorno

Ci eravamo lasciati a febbraio con due biciclette appoggiate al parapetto di un ponte e una Livorno di case colorate, canali e fossi medicei. Torno a parlare della mia città con un diverso itinerario che dal Porto conduce alle eleganti passeggiate e al lungomare. 

Il Porto di Livorno, nei secoli passati, ha rappresentato un punto di incontro e un crocevia di razze e culture. Le Leggi Livornine, emanate dal Granduca di Toscana, Ferdinando I de Medici, aprirono le porte ai mercanti di ogni nazione, trasformando il Porto di Livorno in uno degli scali più importanti del Mediterraneo. Rileggendole oggi, in un periodo così delicato, se ne riconosce la grande importanza e attualità: 

« (…) A tutti voi, mercanti di qualsivoglia nazione, Levantini, Ponentini, Spagnoli, Portoghesi, Greci, Tedeschi, Italiani, Ebrei, Turchi, Mori, Armeni, Persiani ed altri […] concediamo […] reale, libero e amplissimo salvacondotto e libera facoltà e licenza che possiate venire, stare, trafficare, passare e abitare con le famiglie e, senza partire, tornare e negoziare nella città di Pisa e terra di Livorno (…) »
(30 luglio 1591)

cosa vedere a livorno

Sulla strada che affianca il porto si trova uno dei monumenti chiave della città: I 4 Mori. Una statua eretta per celebrare la vittoria di Ferdinando I de’ Medici sui corsari che ostacolavano le rotte e impedivano i commerci nel Granducato di Toscana.

Proseguendo lungo Piazza Mazzini e la zona di Porta a Mare (recentemente riqualificata) si raggiunge il Viale Italia con la passeggiata e le celebri “baracchine“, frequentate la domenica pomeriggio da persone di ogni età e il sabato sera dai giovani livornesi che le scelgono come punto di ritrovo.

La prima parte del Viale Italia culmina alla Terrazza Mascagni, un belvedere a scacchi grigi e bianchi che, come un serpente sinuoso, traccia e segue la linea di costa. Splendida al tramonto e durante le forti libecciate, con le onde che sbattono e imprigionano per pochi secondi le malcapitate colonne. Un simbolo che è parte di noi livornesi, una spettatrice silenziosa in ascolto, un palco dove si susseguono in un moto infinito primi amori, matrimoni, addii e le tante storie di vita di uomini, vecchi, donne e marinai. 

cosa vedere a livorno
Terrazza Mascagni: nevicata straordinaria del 03.02.2012


Superata la Terrazza Mascagni e gli stabilimenti storici dei Bagni Pancaldi, si aprono i cancelli dell’Accademia Navale, altro vanto della città. Cancelli verdi dalle punte dorate che racchiudono speranze e fatiche dei giovani allievi. Dall’altro lato della strada, porte illuminate di piccoli alberghi e residence dove alloggiano fidanzate, mamme e famiglie in attesa del giorno di libera uscita dei cadetti.   

cosa vedere a livorno toscana
accademia navale di livorno


Proseguendo sulla pista ciclabile che fiancheggia l’Accademia Navale, continuano gli scogli e le tante scese al mare. Se capiterete nella mia città, in qualsiasi periodo dell’anno, dalla primavera all’inverno inoltrato, non potrete fare a meno di notare la grande quantità di macchine parcheggiate di fronte agli scogli anche in orario lavorativo. Qui basta anche il più timido dei raggi solari per accendere l’entusiasmo e la voglia d’estate e quindi che fare in pausa pranzo? Tempo soleggiato? De’ ma stai anche a pensacci? Al mare! 

cosa vedere in toscana

“Una delle prime volte che sono capitata a Livorno nel periodo invernale sono scoppiata a ridere… con 0 gradi e un vento che gelava le ossa eravate tutti a correre. Di giorno a prendere un sole quasi inesistente, di notte a correre al freddo… siete tutti matti

L’amica non ha tutti i torti. Non importa che il tempo prometta pioggia, libeccio, bufera, tempesta, maremoto imminente… dagli scogli dell’Accademia allo Scoglio della Ballerina alle 7-8 di sera è un susseguirsi di persone che corrono. Giacca a vento, pantaloncini per i più coraggiosi (tanto le gambe ‘un c’hanno giudizio) e via a scaricare le tensioni della giornata con una bella corsa e lo sguardo trasognato sull’orizzonte. Forse siamo tutti sportivi, forse c’è chi si atteggia ad esserlo (presente all’appello!) ma probabilmente abbiamo tutti lo stesso pensiero: quando possibile, di corsa o in bicicletta, godiamoci un bel tramonto sul mare

cosa vedere in toscana
cosa vedere in toscana



Tutti i Commenti

  • Bellissimo questo "reportage" su Livorno… spero di poterci tornare presto 😉

    Natascia 19 Settembre 2015 18:45 Rispondi
  • Grazie cara, ti aspetto per un caffé 😉 !

    Viaggiare Oltre 21 Settembre 2015 13:15 Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *